Quanti passi fanno bene al cuore

Camminare fa bene al cuore

 

Quando cominciano gli effetti positivi della camminata

Più camminiamo e meglio è e, contrariamente alla convinzione diffusa che identifica in 5.000 o 10.000 passi i parametri di riferimento ottimali, gli effetti positivi della camminata sulla salute iniziano a livelli molto più bassi.

 

Ce lo dicono i risultati di una nuova meta-analisi – guidata da Maciej Banach, professore di cardiologia presso l'Università medica di Lodz (Polonia), e professore presso il Ciccarone Center for the Prevention of Cardiovascular Disease della Johns Hopkins University School of Medicine di Baltimora (USA) –pubblicati in agosto sulla rivista European Journal of Preventive Cardiology: ad oggi, lo studio più vasto di cui disponiamo su questo tema.

 

La meta-analisi ha infatti incluso 17 studi di coorte con un totale di 226 889 partecipanti (generalmente sani o pazienti a rischio CV) con un follow-up mediano di 7,1 anni: 10 studi riportavano la mortalità per tutte le cause, quattro riportavano la mortalità CV e tre riportavano entrambi gli esiti.

 

I benefici della camminata per il cuore

Secondo lo studio, il beneficio in termini di riduzione del rischio di mortalità per tutte le cause inizia con qualsiasi quantità superiore a circa 4000 passi (3967, per l’esattezza), e si ha un beneficio aggiuntivo con incrementi giornalieri di 1000 passi. A sua volta, il beneficio in termini di riduzione del rischio di mortalità cardiovascolare inizia con qualsiasi quantità superiore a circa 2300 passi (esattamente 2337), e si ha un beneficio aggiuntivo con incrementi giornalieri di 500 passi. Più precisamente, un incremento di 500 passi è stato associato a una riduzione della mortalità cardiovascolare del 7%, mentre un incremento di 1000 passi è stato associato a una riduzione della mortalità per tutte le cause del 15%.

 

L’importante è cominciare a camminare

Una buona notizia in assoluto, ma soprattutto per coloro che, di fronte a una soglia iniziale più alta, finiscono per lasciarsi scoraggiare e non iniziano nemmeno a camminare: in base agli studi precedenti, ha fatto presente Maciej Banach commentando il nuovo lavoro, “il numero ottimale di passi giornalieri per ottenere benefici per la salute era solitamente compreso tra 6.000 e 10.000".

 

Il consiglio dello studioso è “di iniziare presto, di essere regolari e di non preoccuparsi del numero di base iniziale, perché è importante cominciare e migliorare”.

 

 

Fonte: European Journal of Preventive Cardiology

 

23/08/2023
prevenzione-donazioneprevenzione-donazione