Il cuore di tanti bambini oggi batte più forte grazie all’aiuto di tutti voi

Il Progetto “Un Piccolo Grande Cuore nel Mondo” compie due anni di vita. Il Dott. Stefano Marianeschi, Responsabile della Cardiochirurgia Pediatrica dell'Ospedale Niguarda di Milano, ci racconta i traguardi raggiunti e gli obiettivi per domani.


"Nel corso di quest'ultimo anno abbiamo portato il nostro aiuto in collaborazione con la Fondazione “Aiutare i Bambini” di Milano e la Fondazione “Pablo Horsmann” di Madrid in molti paesi come l’Uzbekistan, l’etiopia, il Kosovo e la Cambogia... abbiamo svolto 6 missioni, operato 48 bambini e visitati più di 120. Insieme a me oltre 12 medici volontari italiani, spagnoli e inglesi hanno dedicato gratuitamente il loro tempo e le loro capacità per donare una speranza di vita concreta ai bambini cardiopatici di questi Paesi.


Ogni anno sono 600.000 i bambini che nascono con una cardiopatia congenita e oltre l'80% di loro non ha alcuna possibilità di ricevere diagnosi precoci e cure mediche adeguate nel proprio Paese.
Oltre la metà di loro non ha una speranza di guarigione e non raggiunge il primo anno di vita.


In questi Paesi, i pochi bambini che sopravvivono con una cardiopatia con- genita spesso vanno incontro a gravi problemi di crescita, sviluppo psico- somatico, handicap respiratori e circolatori.


Per noi intervenire è quindi una necessità, un dovere!


Lo facciamo con passione, dedizione, mettendo a disposizione ciò che sappiamo fare.

 

Clicca qui per leggere tutto l'articolo sulla Voce del Cuore

08/01/2014