La notte dei ricercatori 2013 - “Meet me tonight” faccia a faccia con la ricerca

Milano, 27 Settembre 2013

Il Dipartimento Cardiotoracovascolare dell’Ospedale Niguarda Ca’ Granda, con il supporto della Fondazione A. De Gasperis, parteciperà all’evento “Meet Me Tonight”, noto anche come “La Notte Dei Ricercatori”, che si terrà a Milano, presso i giardini di Porta Venezia, nel pomeriggio e nella serata del 27 Settembre 2013.

 

L’iniziativa, voluta dalla Commissione Europea e promossa in Lombardia dal Politecnico di Milano, Università degli Studi di Milano e Università degli Studi di Milano - Bicocca, insieme a molte altre realtà accademiche e istituzionali lombarde, intende far comprendere il ruolo della ricerca nella vita di tutti i giorni.

 

L’obiettivo, pertanto, è quello di avvicinare “il popolo dei profani", e quindi un pubblico di tutte le età, alle materie scientifiche, svelando e semplificando il vero volto della ricerca attraverso un incontro dal vivo con la comunità dei ricercatori che quotidianamente contribuiscono, con il proprio lavoro, all’evoluzione scientifica e, di conseguenza, al miglioramento della qualità della vita di ognuno di noi, ponendo, altresì, le basi per il progresso delle tecnologie in favore delle generazioni future.

 

Durante l’evento ci saranno numerose manifestazioni, raggruppate in 5 filoni tematici: scienza e società, energia, ambiente e sostenibilità, alimentazione, arte e creatività e salute e medicina.

 

La Fondazione A. De Gasperis ed il Dipartimento Cardiotoracovascolare dell’Ospedale Niguarda Ca’ Granda contribuiranno all’iniziativa, nell’ambito dell’area tematica “Salute e Medicina”, approfondendo il tema dell’insufficienza cardiaca e delle attuali possibilità di trattamento. Il Titolo dell’attività che abbiamo scelto è: BIOLOGICO O MECCANICO? Il trapianto e il cuore artificiale nel presente e nel futuro.

 

L’obiettivo del nostro gruppo, leader nazionale nel settore dell'assistenza meccanica al circolo, è quello di presentare lo stato dell'arte relativo al trapianto cardiaco ed all'assistenza meccanica cardiocircolatoria, illustrando le tecniche applicate nella pratica clinica, i numeri ed i risultati dei trapianti cardiaci in Italia e nel mondo, e le possibilità, una volta impensabili, di poter vivere per anni con un supporto meccanico che vicaria l’attività cardiaca nativa (il cosiddetto "cuore artificiale").

 

Con l'aiuto di medici, chirurghi, ricercatori, infermieri e tecnici si potrà comprendere come queste terapie possono migliorare l'aspettativa e la qualità di vita dei pazienti con grave cardiopatia altrimenti intrattabile, e gettare uno sguardo sulle direzioni della ricerca in questo campo.

 

Si potranno, inoltre, vedere e toccare alcuni modelli di dispositivi di assistenza, simularne il funzionamento in diverse condizioni e, grazie alla disponibilità dei nostri pazienti, conoscere com'è la vita quotidiana dopo il trapianto o dopo l'impianto di un dispositivo di assistenza.

Perché, in questo come in altri campi, la tecnologia semplifica la nostra vita, e la ricerca costruisce per noi un futuro migliore.

 

Vi aspettiamo numerosi il 27/9 allo stand del “De Gasperis”.

 

Buon divertimento con la ricerca per tutti!

 

 



04/09/2013