Piccoli cuori lontani

La Fondazione A. De Gasperis supporta economicamente il progetto umanitario West Nepal, al quale hanno partecipato e partecipano cardiologi provenienti dal Dipartimento Cardiotoracovascolare di Niguarda e da altri centri italiani.

 

Progetto umanitario De Gasperis - Nepal


Il progetto, che si avvale anche del sostegno di altre organizzazioni non profit, ha l’obiettivo di:

  • organizzare campi di screening cardiologico in zone remote del Nepal per identificare casi di cardiopatie congenite o acquisite in bambini e ragazzi fino a 14 anni;
  • risolvere i casi di cardiopatie identificati nei campi screening con interventi cardiochirurgici risolutivi.

Piccoli cuori lontani - Fondazione De GasperisFinora il progetto ha permesso di organizzare 5 campi screening e di eseguire decine di interventi nel Cardio Vascular Center Manmoham di Kathmandu, con il coinvolgimento del sistema sanitario locale e la collaborazione del cardiochirurgo nepalese Anil Batthrai.

 

 

Perché 14 anni?


Fino a questa età, il sistema sanitario nepalese copre i costi degli interventi e della degenza, ma non si fa carico degli screening in zone remote, né delle spese di trasporto e alloggio dei piccoli pazienti e dei loro genitori a Kathmandu, né di quelle delle trasfusioni e di eventuali protesi. A tutto questo provvede il progetto.

 

 

Dal Dipartimento Cardiotoracovascolare dell’Ospedale Niguarda sono partiti, negli anni, Francesca Casadei, Francesco Panzeri, Caterina Bonino e Irene Bossi.


Sono i medici del Dipartimento di Niguarda a raccontarci come il progetto umanitario – nato da un’idea e dagli sforzi di Massimo Orlando, appassionato delle grandi montagne dell’Asia ed esperto alpinista – abbia permesso di raggiungere zone remote e povere del Nepal. La spedizione più recente, ad esempio, ha portato lo screening nella regione di Taplejung, dove l’équipe sanitaria ha individuato 46 casi di cardiopatia da trattare chirurgicamente (parte degli interventi necessari è già stata effettuata).

 
Un risultato al quale ha concorso l’azione di sensibilizzazione svolta dai cardiologi italiani e nepalesi nei confronti della popolazione: alcuni cittadini locali hanno acquisito competenze infermieristiche che sono di supporto ai campi screening sul territorio e all’attività di follow-up che segue gli interventi.

 

 

 

Progetto umanitario West Nepal Medici Degasperis

 

 

 

06/12/2019