Rischi di interferenza tra il pacemaker cardiaco e il cellulare

Ci sono rischi di interferenza tra il pacemaker cardiaco e il cellulare?

 

Ci sono delle precauzioni da adottare?

 

In un articolo, apparso su Il Cittadino Oggi Corriere Nazionale, il dott. Giuseppe Cattafi, Direttore della Cardiologia 3- Elettrofisiologia, risponde ad alcune domande.

 

pacemaker e cellulare 

Ci può essere interazione?

E’ eventualità molto rara e da una breve rassegna degli studi effettuati a questo proposito, si evidenzia che le interferenze si verificano con maggiori probabilità nei casi in cui entrambi gli apparecchi siano tecnologicamente poco avanzati. Inoltre non sempre questa interazione elettrica ha una conseguenza pratica che impatta sull’attività cardiaca.

Quale è la distanza di sicurezza?

E’ sufficiente seguire alcune semplici precauzioni per evitare il rischio di interferenze. E’ buona norma tenere il cellulare ad almeno 15 cm di distanza dalla sede di impianto del pacemaker. Ad esempio, non tenere il cellulare nel taschino se il pacemaker è impiantato nel torace o alla cintura se è impiantato nell’addome. In ogni caso è consigliabile riporre il cellulare in una borsa. Inoltre è meglio utilizzare l’auricolare durante le conversazioni, oppure il vivavoce, in alternativa conversare con l’orecchio opposto al lato dove è impiantato il pacemaker.

 

 

(Fonte: Corriere nazionale)

15/01/2020