Dopo l’infarto per le donne è più dura

Lo dice una ricerca, finanziata dalla Fondazione A. De Gasperis, coordinata dal dott. Alessandro Maloberti.

 

«Negli ultimi quarant’anni abbiamo avuto una progressiva riduzione della mortalità maschile per infarto miocardico, nelle donne, invece, è aumentata», conferma la professoressa Cristina Giannattasio, direttrice del Cardio Center. Le ragioni, spiega, sono diverse ma alla base le donne sottovalutano il problema.

 

L’idea, spiega il dottor Maloberti, «è creare programmi specifici: con gli obesi si può rafforzare l’aspetto dietologico, per donne e anziani sperimentare una riabilitazione prolungata e meno intensiva, anche per migliorare l’adesione a un nuovo stile di vita».

 

 

05/08/2019