Godersi il Natale senza strapazzare il cuore

Natale a tavola

Occhio alla spesa

  • Le feste di fine anno, a pensarci bene, durano poco. Quando fai le provviste alimentari, compra solo ciò che ti serve fino al 1° gennaio.
  • Privilegia la qualità alla quantità: meglio un solo panettone buono, anche se costa un po’ di più, che quattro così così.
  • Se hai comprato frutta e dolciumi, non tenerli sempre in vista: la voglia di prenderne uno ogni volta che passi è in agguato. E poi… non erano per gli ospiti?

 

A tavola e oltre

  • Identifica tre occasioni conviviali per festeggiare, anche a tavola, l’opportunità di stare in famiglia o con chi vuoi.
  • In queste tre occasioni, fai un pasto completo con porzioni piccole: un antipasto, un primo di pasta anche complesso, un secondo di carne o di pesce, un contorno di verdure, un frutto e un po’ di pane.
  • Limita le bevande alcoliche a un bicchiere (buono: vale lo stesso criterio del panettone) durante i tre pasti ‘di festa’. Un calice di bollicine per brindare all’anno nuovo? Concesso!
  • Evita la “passeggiata digestiva”, specie se hai mangiato un po’ più del solito. La digestione richiede un aumento dello sforzo cardiaco per far arrivare più sangue a livello gastroenterico: non imporre al cuore un ulteriore sforzo per la passeggiata e, insieme, per contrastare il freddo esterno.

 

A proposito di freddo

  • Nei tuoi spostamenti nel periodo delle feste di fine anno, cerca di evitare gli sbalzi di temperatura tipici dell’inverno, quando si passa da ambienti chiusi all’aperto e viceversa.
  • Specie nelle giornate particolarmente fredde, cerca di non uscire nelle prime ore del mattino o la sera. Per le tue passeggiate, privilegia le ore centrali della giornata.
  • Quando esci, proteggiti con indumenti adatti alle basse temperature. Vale anche per le mani e la testa: guanti, sciarpa e cappello proteggono le arterie periferiche, mentre il capo scoperto, al contrario, provoca una dispersione significativa di calore corporeo.

 

Alla larga dalle tentazioni

  • “Tanto è Natale” non è una formula magica: il periodo delle feste finisce, ma gli effetti dei tuoi comportamenti restano anche dopo Capodanno. Quindi goditi i giorni di festa anche come giorni di vacanza dal lavoro, ma non dalle buone abitudini.
  • Durante le feste non interrompere l’esercizio fisico: piuttosto, approfitta di essere in vacanza per camminare o pedalare qualche minuto in più senza l’assillo della fretta. Se vai a trovare qualcuno, non cercare parcheggio sotto casa sua, ma un po’ più distante; se qualcuno ti viene a trovare, riaccompagnalo fino alla fermata del bus.
  • Evita di fumare solo perché vedi qualcun altro che fuma, e chiedi ai tuoi ospiti di fare lo stesso: d’inverno il fumo fa più male, perché il freddo ‘rallenta’ alcuni meccanismi difensivi che il nostro corpo normalmente mette in atto per ridurre la concentrazione di batteri al suo interno.

 

Il vero piacere del Natale

Vogliamo dirci la verità? Il vero piacere del Natale è la gioia di passare più tempo con le persone a cui vogliamo bene. E stare in compagnia, godere della convivialità, raccontare e ascoltare, sono tutte cose che fanno bene anche al cuore.

 



13/12/2021

Cookie