La prevenzione cardiovascolare

Che cos'è la prevenzione, perchè è importante, scopri le differenze tra prevenzione primaria e secondaria in questo articolo.

 

Che cos’è la prevenzione

In generale prevenire significa mettere in atto un insieme di comportamenti, attività, azioni e interventi diretti a impedire che si verifichino fatti considerati dannosi. In medicina la prevenzione è di vitale importanza e lo diventa ancora di più quando si tratta del cuore.

 

Perché la prevenzione è importante

Le malattie cardiovascolari sono la prima causa di morte a livello mondiale. Inoltre, le condizioni provocate dalle malattie cardiovascolari sono spesso irreversibile e portano a danni anche gravi. Pensiamo, ad esempio, all’ischemia: la riduzione prolungata dell’afflusso di sangue a un certo organo ne determina la morte cellulare.

 

Prevenzione primaria e prevenzione secondaria

In ambito cardiovascolare si distinguono due tipi di prevenzione, quella primaria e quella secondaria.

 

La prevenzione primaria è quella che si riferisce alle persone sane. Evitare che la persona si ammali permette anche di ridurre le complicanze (oltre a evitare di doversi rivolgere al sistema sanitario). In pratica, la prevenzione primaria ha l’obiettivo di allungare il più possibile la vita in salute delle persone.

 

La prevenzione secondaria, invece, si riferisce alle persone colpite da infarto. In questi casi sono fondamentali una diagnosi precoce e una cura veloce ed efficace, ma anche la prevenzione è molto importante: curare correttamente i fattori di rischio e assumere le terapie consigliate dal proprio medico serve a prevenire ulteriori recidive. Nel caso della prevenzione secondaria, i valori da non superare per i fattori da tenere sotto controllo (ad esempio la pressione del sangue) sono più bassi rispetto a quelli della prevenzione primaria.

 

 

11/04/2019