Il cuore nascosto di Botticelli

Trai capolavori di Sandro Botticelli custoditi alla Galleria degli Uffizi di Firenze vi è un tondo – Madonna col Bambino e angeli o Madonna del Magnificat – noto anche come Madonna della melagrana. Maria e Gesù, infatti, reggono insieme uno di questi frutti.

 

Nell’iconografia artistica, la melagrana è simbolo di fecondità, abbondanza e regalità (si tratta di un frutto con la coroncina); i grani rossi, che richiamano piccole gocce di sangue, prefigurano il sacrificio di Gesù per la salvezza dell’umanità; il fatto che i chicchi stiano tutti uniti all’interno del guscio simboleggia l'unità della Chiesa.

 

Ma la melagrana di Botticelli nasconderebbe, in più, un piccolo segreto. All’interno del frutto l'artista avrebbe raffigurato l'anatomia del cuore umano. A rivelarlo è lo studio pubblicato su Interactive CardioVascular and Thoracic Surgery dal gruppo del chirurgo ed esperto di medicina nell'arte Davide Lazzeri, secondo il quale “La disposizione dei semi e dei setti nel frutto sbucciato disegna i due atri del cuore, i due ventricoli e il tronco polmonare principale”. Stando ai ricercatori, è possibile che a ispirare Botticelli siano stati i disegni anatomici dell'amico Leonardo da Vinci.

14/03/2019