Ipertensione secondaria

Gli esami necessari per escludere un’ipertensione secondaria si effettuano in caso di (*):

  • familiarità per ipertensione giovanile o forma secondaria di ipertensione
  • familiarità per ictus o infarto miocardico in giovane età (<40 anni)
  • ipertensione a esordio giovanile e/o ictus e infarto miocardico precoce
  • ipertensione di 2°-3° grado alla diagnosi (PA > 1 60/100 mmHg)
  • ipertensione resistente (PA > 1 40/90 mmHg con 3 f armaci a d ose piena, uno dei quali è un farmaco diuretico)
  • ipertensione controllata con 4 o più farmaci
  • ipertensione in pazienti con incidentaloma surrenalico (riscontro occasionale di massa della ghiandola surrenalica)
  • ipertensione associata a ipopotassiemia spontanea o provocata da diuretici (indicativa di iperaldosteronismo)
  • paziente con sintomatologia tipica per una pa rticolare forma secondaria (es. crisi ipertensive con flushing -> feocromocitoma)


(*) condizioni principali

 

Per maggiori approfondimenti leggi l'articolo "Ipertensione arteriosa essenziale e secondaria"

03/04/2018