I cuori pił sani del mondo

Le persone con il cuore più sano?

 

Vivono in Bolivia e sono lontane da tutto. Parliamo della popolazione degli Tsimane, 16mila persone che abitano nelle foreste boliviane e che sembrano aver trovato l’elisir perfetto. Prima di tutto, nell'alimentazione c’è poca carne (il 17% della dieta è un mix tra carni di cinghiale, tapiro e capibara), e pochissimo pesce (7%) ma si mangia, invece, in abbondanza tutto quello che arriva dall'agricoltura locale: mais, radici di manioca e platano e riso, oltre che frutta e noci. Inoltre, fanno tanto movimento: 17 mila passi al giorno e 16 mila per le donne, ma anche gli anziani camminano molto, oltre 15mila. Infine, è quasi inesistente il fumo.

 

Per questa ricetta del cuore sano gli Tsimane sono in testa nella classifica mondiale delle persone che hanno il più alto livello di salute cardiaca mai registrata fra altre popolazioni. A dirlo è uno studio pubblicato sulla rivista Lancet, presentato all'American College of Cardiology. Solo le donne giapponesi si avvicinano ai risultati registrati.

 

La ricerca è stata condotta su un gruppo di 705 persone, andando a cercare le calcificazioni nelle arterie: a 45 anni quasi nessuno aveva questi segni, mentre negli Stati Uniti ne soffre una persona su 4. Anche con l'avanzare dell'età, i risultati sono strabilianti: i due terzi di questa popolazione non ne soffre contro l'80% degli americani.

 

Sembra proprio, dunque, che il segreto sia un corretto stile di vita, come d’altronde dicono da tempo i medici. Uno stile che, però, è diametralmente opposto a quello delle civiltà occidentali industriali, quindi molto difficile da seguire alla lettera… Noi abbiamo ritmi più incalzanti, stress, smog, molti vizi come fumo, droga, alcool… Ma potremmo mangiare meglio, fare più sport e cercare di ridurre i così detti fattori di rischio. Quelli degli Tsimane, quindi, restano dei buoni esempi da studiare e seguire.

 

 

31/08/2017