Il dolore toracico

Il dott. Claudio Russo in occasione di alcuni eventi dedicati alla prevenzione delle malattie cardiovascolari, ha illustrato in maniera approfondita il dolore toracico: caratteristiche, cause, patologie per arrivare a fornire un orientamento diagnostico.

 

Il dolore toracico può essere manifestazione di malattie gravi e ad alto rischio, oppure anche essere espressione di malattie per nulla pericolose, ma nondimeno invalidanti per la preoccupazione e l’ansietà legate a disagio e dolore fisico.


Il dolore toracico è uno dei sintomi più comuni e complessi per il quale il paziente si reca in Pronto Soccorso.

 

Il dolore toracico è comune e nella maggior parte è causato da condizioni benigne. Nei casi in cui la condizione è a rischio di vita , il trattamento ha maggiori probabilità di successo se iniziato immediatamente dopo
l’insorgenza dei sintomi.


Molti pazienti in gravi condizioni aspettano troppo prima di richiedere assistenza e non sempre coloro che necessitano di terapia o procedure urgenti vengono identificati tempestivamente.

 

QUALI SONO LE CAUSE?

  1. MALATTIE CARDIACHE
    • Angina pectoris
    • Infarto del miocardio
    • Ipertensione polmonare
    • Pericardite
    • Prolasso della valvola mitrale
  2. PATOLOGIE AORTICHE (DISSEZIONE)
  3. MALATTIE POLMONARI
    • Embolia polmonare
    • Pleurite
    • Pneumotorace
    • Mediastinite o Enfisema mediastinico
    • Tumore
    • Tracheobronchite
    • Polmonite
  4.  MALATTIE MUSCOLO-SCHELETRICHE
    • Muscolare: M. di Bornholm, Crampo intercostale
    • Scheletrica: S. di Tietze, Osteoartrite, Fratture, Neoplasie
    • Articolare: borsiti
  5. MALATTIE NEUROLOGICHE
    • Neurite intercostale
    • Herpes Zoster
  6. MALATTIE GASTRO-INTESTINALI
    • Reflusso gastro-esofageo
    • Disordini motori esofagei (spasmi)
    • Colica biliare, colecistite acuta
    • Pancreatite
    • Sindrome di Mallory-Weiss
    • Ulcera peptica
  7. ANSIETA’ - IPERVENTILAZIONE

 

Le malattie cardiache che possono causare dolore toracico vanno distinte in:

  • Patologie cardiache di origine ischemica (angina pectoris, infarto del miocardio)
  • Patologie cardiache di origine non ischemica (ipertensione polmonare, pericardite, prolasso della valvola mitrale)

 

Ulteriori approfondimenti li trovate nel documento di presentazione.

 

 

Fondamentale è il riconoscimento immediato di un quadro minaccioso per la vita:

  • Infarto acutodolore con dispnea
  • sincope, ipotensione grave
  • cianosi
  • sudorazione profusa
  • aritmia

 

 

 

 

 

08/06/2017

Documentazione: