Dormire ... in apnea

La dott.ssa Paola Proserpio, del centro disturbi del sonno, ci parla dei disturbi del respiro nel sonno, la sindrome delle apnee ostruttive (OSAS): dai fattori di rischio ai sintomi e delle complicanze con un approfondimento al rischio cardiovascolare.

 

In Italia sono 2 milioni le persone affette dalla sindrome delle apnee ostruttive, solo dal 4 al 7% della popolazione con diagnosi e trattamento.

 

I fattori di rischio:

- età (40-60 anni)

- sesso maschile

- obesità

- circonferenza del collo

- micrognazia-retrognazia
- ipertrofia adenotonsillare
- ipertrofia turbinati
- deviazione setto nasale
- ipertrofia ugola
- macroglossia
- alterazioni massiccio facciale.

 

Sindrome delle apnee ostruttive (OSAS)L'evento cruciale nell'OSA è l'occorrenza di un collasso delle pareti dell'alto faringe durante il sonno.

 

I sintomi:

notturni

- russamento intenso

- sonno non riposante

- apnee riferite dal partner

- ripetuti riscegli con sensazione di soffocamento

- nicturia.

 

diurni

- eccessiva sonnolenza diurna
- cefalea(mattutina), astenia
- riduzione memoria, difficoltà di concentrazione, rallentamento di tempi di reazione, decadimento funzioni psicocognitive
- depressione, irritabilità
- disfunzione erettile, riduzione della libido.

 

 

QUALI SONO LE COMPLICANZE?

 

OSAS - complicanze

 

Fondamentale è classificare il disturbo attraverso il MONITORAGGIO CARDIORESPIRATORIO al fine di intervenire con la corretta terapia.

 

 

Guarda la presentazione per saperne di più.

 

05/06/2017