Sistema refertativo digitale per la cardiologia

Il Cardio Center De Gasperis utilizza un sistema refertativo digitale, anche grazie alla nostra Fondazione, per gestire il flusso operativo ecocardiografico.

 

Il 16 marzo 2017 il presidente della Fondazione A. De Gasperis Benito Benedini e il Direttore Generale dell’Ospedale di Niguarda Marco Trivelli hanno suggellato ufficialmente, alla presenza del notaio, la donazione del riscatto di un sistema refertativo digitale da parte della Fondazione. In pratica, la Fondazione ha permesso all’Ospedale di completare l’acquisizione del sistema, inserito presso l’Unità Cardiologia IV del Cardio Center De Gasperis.

 

Sitema refertativo digitale cardiologico 


Grazie a questo sistema, specifico per la cardiologia:

  • la produzione dei referti è più veloce e ancora più affidabile;
  • la gestione organizzativa delle cartelle dei pazienti è più efficiente;
  • le analisi statistiche prodotte dal sistema sono un supporto utile all’attività di ricerca del Cardio Center;
  • i medici del Centro possono accedere alle immagini e ai dati digitali delle ecocardiografie dei loro pazienti dal luogo e nel momento in cui ne hanno bisogno.

 Sistema refertativo digitale cardiologico

 

Il progetto è iniziato nel 2012, grazie a una convenzione con l'Università degli studi di Milano Bicocca e l'Azienda Ospedaliera Niguarda Cà Granda, quale progetto di sperimentazione di tecnologie digitali per gestire e migliorare il flusso operativo ecocardiografico presso il dipartimento Cardiovascolare, reparto di Cardiologia 4, e alla successiva estensione a tutto l'ospedale.

 

Il progetto è stato rinnovato nel 2015 per altri cinque anni e nel 2016 è iniziata la fase 2 che prevede l'attivazione di un sistema integrato di rifertazione ecocardiografica e prove da sforzo presso altre strutture di Cardiologia dell'ASST.

 

La Fondazione Centro Cardiologia e Cardiochirurgia A. De Gasperis è intervenuta nel febbraio 2017 consentendo l'acquisizione da parte dell'Ospedale del sistema refertativo ecocardiografico ComPACS.

 

 

 

20/03/2017