Prevenzione nei giovani delle malattie cardiovascolari

Ho scoperto che fare una lezione sull’apparato cardiocircolatorio a bambini di 10 anni è molto più difficile di quanto si possa immaginare. Erano proprio le due ore di scienze dedicate a “cuore e vasi”, nell’ambito del programma della classe 5° dedicato allo studio dei diversi apparati.

 

Ad accogliermi in un’aula direi multimediale 40 bambini pieni di curiosità e di domande.

 

Abbiamo iniziato con un filmato per mostrare loro il “circolo” che il sangue fa nel nostro corpo e abbiamo proseguito insieme alla mascotte TopoCiccio con alcuni spunti sulle buone abitudini: alimentazione, fumo, attività fisica.

 

Hanno capito che fin da piccoli si costruisce la salute di domani, ma mi sono fatta convincere che un hamburger doppio con patatine e maionese una volta al mese non è proprio così vietato….

 

Le domande sulle patologie del cuore sono poi sorte spontanee, anche sulla base dei racconti di nonni con problemi cardiovascolari. Il termine pacemaker e bypass non sono risultati così nuovi, ma la possibilità di avere un “cuore artificiale” li ha affascinati.

 

Quando ho percepito che l’attenzione mano a mano se ne andava, ho tirato fuori il vero asso nella manica: un manichino per il massaggio cardiaco con riscontro sonoro se il massaggio fosse stato con la pressione corretta.

 

Ad uno ad uno si sono approcciati al finto paziente e hanno eseguito una serie di 10-15 compressioni ciascuno; hanno anche capito il significato di chiamare dei soccorsi in situazione di emergenza. Sono stati veramente bravissimi!!

 

 

Benedetta De Chiara - Cardio Center De Gasperis MilanoDott.ssa Benedetta De Chiara

Cardiologia IV - Centro di Ecocardiografia Clinica

Dip. Cardiotoracovascolare

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Scopri di più sul Progetto Scuola e prevenzione nei giovani delle malattie cardiovascolari.

17/03/2017