Malattie valvolari - Risultati AGENAS 2016

L’edizione del Piano Nazionale Esiti 2016 promosso, come ogni anno, per conto del Ministero della Salute, stila una sorta di pagella per tutte le ATS (Agenzia Tutela Salute) e le strutture di ricovero, pubbliche e private, considerando alcune aree specifiche mediche e chirurgiche.

 

Per quel che riguarda la cardiochirurgia, in particolare, sono presi in considerazione i risultati di due procedure specifiche: il bypass aortocoronarico e la sostituzione valvolare isolata. Pur non essendo stata ideata come metodica per giudicare i buoni e cattivi tra gli operatori della salute, questa indagine è sicuramente una fonte di stimolo per ogni struttura al miglioramento o alla continuazione degli obiettivi raggiunti.

 

Con grande orgoglio la SC Cardiochirurgia dell’ASST Ospedale Metropolitano Niguarda ha riportato, nell’ambito della sostituzione valvolare isolata, risultati di eccellenza in termini di mortalità a trenta giorni dall’intervento. Con la percentuale di mortalità a 30 giorni dello 0,6% non solo riporta risultati al di sopra di quelli provenienti dalla letteratura internazionale, ma vanta successi di gran lunga migliori rispetto a quelli provenienti da altre strutture pubbliche e private,anche di rilievo, cittadine e lombarde.

 

Mortalità sostituzione valvolare isolata a 30 giorni - Lombardia
 

Questo rilevante risultato conferma la storica tradizione del Centro Cardiologico-Cardiochirurgico DeGasperis di Niguarda che nei decenni si è sempre contraddistinto per qualità di cura ed innovazione, unite a lusinghieri risultati.

 

Cardiologia Milano - Dipartimento cardiotoracovascolare De Gaperis

 

Nel campo della chirurgia valvolare in particolare il nostro centro nel 1963 si è visto protagonista del primo impianto di protesi valvolare in Italia e nel 1977 del primo impianto di una protesi valvolare completamente realizzata nel nostro paese.

 

Il dato proveniente dal Piano Nazionale Esiti è particolarmente gradito perché dimostra come il nostro “DeGasperis” sia stato e sia tuttora luogo di buona medicina, di innovazione ma soprattutto di formazione per operatori ad ogni livello, infermieri, tecnici, medici e chirurghi, con risultati di tutto rispetto.

 

 

Claudio Russo - cardiochirurgo MilanoDott. Claudio Russo

Direttore SC Cardiochirurgia

Dip. Cardiotoracovascolare

28/02/2017