Cardiologia 1 UCIC


    Il Responsabile

Dott. Fabrizio Oliva

L’UCIC del “De Gasperis” porta con sé una nomea di assoluto valore per l’elevato grado di specializzazione del suo personale e per essere stata la culla della terapia intensiva cardiologica italiana (è stata la prima Unità Coronarica italiana). Pertanto, rappresenta un punto di riferimento nazionale per il trattamento delle patologie cardiologiche più complesse.


La Struttura riveste il prestigioso ruolo di centro Hub a livello regionale e nazionale, gestendo un ampio ventaglio di emergenze cardiovascolari afferenti dall’ intera penisola, oltre che dal Dipartimento di Emergenza e dal Dipartimento Cardiovascolare dell’Ospedale Niguarda.

 

Dispone di posti letto (8 box singoli) dotati di possibilità di monitoraggio invasivo e non invasivo multiparametrico.


Circa 600 pazienti transitano presso l’UCIC dell’Ospedale Niguarda. Una considerevole parte è rappresentata dall’emergenza cardiologica per eccellenza, ossia la sindrome coronarica acuta. La nostra terapia intensiva gestisce l’intero iter del paziente, sia nella fase diagnostica che terapeutica, privilegiando l’accesso rapido ed agevolato all’'esecuzione di un'angioplastica coronarica con posizionamento di stent o all’intervento di bypass aortocoronarico. A tal riguardo, la collaborazione con il SSUEm 118, che si avvale di un servizio telematico di diagnostica a distanza, permette l’accesso diretto alla sala angiografica.

 

Il programma finalizzato al trapianto cardiaco rappresenta certamente il campo di maggiore sviluppo della terapia intensiva cardiologica del “De Gasperis”. Rivestendo un ruolo di riferimento nel panorama italiano, l’UTIC accoglie pazienti con severe forme di scompenso cardiocircolatorio, che oltre ad essere trattati con la tradizionale terapia medica, possono avvalersi di assistenze meccanici al circolo, temporanee o definitive.

 

In linea con l’impegno del centro “De Gasperis” nella gestione e ricerca nel campo delle miocarditi, l’UTIC è centro di riferimento nella gestione e trattamento delle forme più complesse e fulminanti, permettendo il rapido accesso alle forme di diagnostica più sofisticata ed invasiva(Biopsia Miocardica e Risonanza Magnetica Nucleare).

Sono ricoverati, inoltre, pazienti con gravi aritmie, pazienti che necessitano l'impianto di un pace-maker (temporaneo, definitivo), e tutti quei casi con altre gravi malattie cardiovascolari che possono giovarsi di un trattamento medico intensivo o di un intervento cardiochirurgico d'urgenza o elettivo dopo stabilizzazione clinica, vista la contiguità della cardiochirurgia (embolia polmonare massiva, dissecazione aortica, malfunzionamento di protesi, rotture di cuore).


L’UCIC svolge inoltre funzione di supporto e stabilizzazione per la gestione temporanea di pazienti cardiopatici sottoposti a procedure invasive cardiologiche ad alto rischio (TAVI e MitraClip), sia di pazienti cardiopatici a rischio di gravi complicazioni sottoposti a procedure o interventi non cardiologici.


L’UCIC propone strumenti intensivi avanzati, quali la ventilazione non invasiva ed invasiva con respiratore meccanico, la dialisi e l'emofiltrazione venovenosa nei casi con gravi forme di insufficienza renale, supporti temporanei meccanici al circolo nei casi di conclamato shock cardiogeno.


Per i pazienti in coma post-anossico (da arresto cardiaco extraospedaliero) è previsto il ricorso all’ipotermia controllata.


Nell’ambito dei corsi di Clinical Competence in terapia intensiva cardiologica promosse dalle società scientifiche nazionali, l’UCIC dell’Ospedale Niguarda - Cà Granda è una delle sedi di stages residenziali per il Nord Italia.


La struttura ha partecipato e partecipa attivamente a sperimentazioni e registri nazionali ed internazionali finalizzati all’ampliamento delle conoscenze e al miglioramento dell’assistenza ai cardiopatici acuti. Inoltre, è in continua espansione l’attività di internazionalizzazione, come mostrato da collaborazioni instaurate con centri esteri di eccellenza, quali Maastricht University Medical Center e la Baylor and Scott University di Dallas.


Infine, l’UCIC è accreditata a livello europeo, dal momento che il suo responsabile ha ottenuto, da parte della Società Europea di Cardiologia-ESC, il diploma di Direttore certificato di una Unità di Cure Intensive Cardiologiche.

 

Attività Dipartimento Cardiotoracovascolare
A. De Gasperis - 2017

Contatti

  • Segreteria: +39 02 6444.2576

    Caposala: +39 02 6444.2341

Prenotazioni

Numero Verde di Prenotazione Regionale
  • 800.638.638
  • lun-sab: 8.00-20.00
Sportello Prenotazione di Niguarda
Area Sud, Blocco Sud
  • lun-ven: 8.00-19.30
    sab: 8.00-13.00
Area Privata
  • 02 6444.2409
  • lun-ven: 8.30-19.30
    sab: 8.30-13.00
Orario Visita Parenti
  • Tutti i giorni (feriali e festivi)
    Dalle 6.30 alle 7.00
    Dalle 12.00 alle 14.00
    Dalle 17.00 alle 19.00