Alimentazione: Vitamina E aiuta il cuore dei diabetici

La vitamina E contribuisce a ridurre il rischio di complicanze cardiache e di ictus nei sofferenti di diabete di tipo II. Emerge da uno studio condotto su 25 malati di diabete, cui sono stati somministrati 1200 IU di alfa-tocoferolo (una delle forme in cui si assume la sostanza) al giorno per tre mesi. Nei diabetici particolari globuli bianchi, i monociti, particolarmente attivi, sono causa di infiammazione di placca arteriosa in misura superiore che nei non diabetici. La vitamina E riduce il fenomeno.
In ogni caso, è consigliabile, nel diabetico, incrementare il consumo di alimenti ricchi in sostanze antiossidanti, che possono avere un ruolo nella protezione cardiovascolare, come frutta, verdura (specie quella ricca in pigmenti carotenoidi, di colore giallo e rosso) ed olio d’oliva.

Autore: Patrizia Valentina Arcuri

RICERCA

Cerca negli approfondimenti
e negli articoli:

ARTICOLI

LA VOCE DEL CUORE