Diagnostica primaria: Ecocardiogramma

E’ il corrispettivo cardiaco dell’ecotomografia ed è del tutto indolore. E’ utile soprattutto per giudicare la gravità di alterazioni delle valvole ma, grazie alla sempre maggiore capacità discriminante di questa tecnologia, consente anche di valutare l’ampiezza di una zona ischemica che non riceve più sangue, la capacità di contrazione delle diverse porzioni del miocardio ed anche di cogliere gravi lesioni delle coronarie.